L’inizio della fine comincia (spesso) con un messaggio e-mail.

Basta un messaggio e-mail per cadere in una trappola e permettere involontariamente l’intrusione negli account online e la lettura di documenti privati.