Blog

Malware attraverso PEC: come comportarsi per evitare disastri?

Nel corso delle ultime settimane i professionisti, le pubbliche amministrazioni e chiunque sia munito di una casella di posta elettronica certificata (PEC) stanno subendo una serie di attacchi attraverso semplici allegati a messaggi e-mail. Sebbene i tentativi di attacco via e-mail esistano da anni e siano sempre riconoscibili per la presenza di dettagli che esulano dalla “normalità” del destinatario (es.: messaggi da banche di cui non si è clienti che annunciano il blocco del conto corrente), questa nuova ondata di attacchi è davvero maligna e pericolosa.

Piccole, incredibili, sbadataggini e GDPR.

Dalle mie parti esiste un proverbio dialettale che afferma che “u scarparu camina ch’i scarpi rutti“, il che dal dialetto reggino si traduce come “il calzolaio cammina con le scarpe rotte“. Penso che nessun proverbio sia più adeguato per la mia categoria professionale quando si parla di trattamento dei dati personali. In quanto avvocati, dovremmo…
Leggi tutto

“Silenzio! Il nemico ti ascolta!”

E che “orecchie” che ha! Forse non ci rendiamo conto che abbiamo una pessima abitudine: sebbene involontariamente, tendiamo a rivelare troppi dettagli del nostro privato. Includo anche il sottoscritto poiché il rischio di predicare bene e razzolare male è sempre in agguato e, sinceramente, basta un nonnulla per lasciar trapelare elementi che permetterebbero di risalire…
Leggi tutto

GDPR: alcune riflessioni.

Ormai manca meno di una settimana all’entrata in vigore del Regolamento UE n. 679/2016, il famigerato GDPR. Meglio: il regolamento è già in vigore da due anni e il 25 maggio 2018 diventerà semplicemente efficace. Due anni di tempo per adeguarsi alla nuova normativa europea sul trattamento dei dati personali e cos’hanno fatto i soggetti interessati in questo arco di tempo? Niente. Assolutamente niente.

Alzati e aggiorna!

Capita spesso di ritrovarmi in studi di colleghi o uffici di altro genere e di lanciare un’occhiata ai monitor dei computer che trovo accessi. Chiamatela pure monomania o perversione però è uno dei metodi con cui riesco a farmi un’idea dell’ambiente in cui mi trovo e della cura che presta ai dettagli da parte di…
Leggi tutto

Italia indietro con il digitale? Colpa della scarsa alfabetizzazione!

Se l’Italia non brilla per innovazione digitale, la causa potrebbe avere radici sociali e culturali: la scarsa alfabetizzazione informatica dei cittadini.

Quanto puoi star tranquillo per i tuoi dati se tutto il tuo PC è indicizzato su Google?

Venerdì 17 marzo (guarda caso), l’ottimo Maurizio Ceravolo ha avviato una discussione su Google+ ha avviato su una discussione in cui esponeva un pessimo esempio di sicurezza informatica in cui si è imbattuto: un server FTP su Windows aperto, senza password e, peggio del peggio, collegato alla cartella radice dell’hard disk di un computer. Conseguenza diretta: il crawler di Google,…
Leggi tutto

Sradicare il concetto di password sicura.

Nel 2017 dobbiamo cambiare l’approccio mentale alla scelta della protezione per i documenti che salviamo online (non solo). Oggi non esiste più una password sicura in senso assoluto, quindi dobbiamo individuare soluzioni e metodi di tutela alternativi.